Accendo il mio iPhone ed è insolitamente pieno di notifiche, poi scarico la posta, e la trovo piena di messaggi di complimenti, penso:- Ma cosa può essere successo?

Poi, come ogni mattina, faccio colazione, leggo la Gazzetta, accendo la mia bella playlist di Spotify ed inizio a perdermi negli abissi del webdesign, cercando spunti ed ispirazioni, nel vasto mare di internet. Navigando qua e là, un articolo coglie la mia attenzione:

Scopri i 107 webdesigner del momento.

Inizio a scorrere la lista, alla ricerca di qualche web designer italiano… Ed in effetti, trovo subito: Lorenzo Bocchi e Camilla Zampolini, due tra i più talentuosi creative director Made in Italy del momento, poi il bravissimo Vito Salvatore Interactive Art Director di Apple…

Scrollo ancora la pagina, alla ricerca di altri italiani e poco sotto, distrattamente il mio sguardo ne trova un altro:- Eccolo! Si chiama Stefano, come me! Penso subito al mitico Scozzese!
Qualche secondo di pausa e poi realizzo che invece, al numero 26 tra i migliori 107 creativi digitali del momento, ci sono proprio io!

Per descrivervi l’emozione che si può provare in un momento del genere, vi posso far pensare ai https://www.cialissansordonnancefr24.com/generique-cialis/ complimenti che vi rivolge il vostro datore di lavoro per un progetto a cui avete dato il massimo, all’ultimo rigore calciato da Fabio Grosso ai mondiali di calcio del 2006, alla vista della Tour Eifell tra i boulevard di Parigi, ad un abbraccio di una persona a cui tenete particolarmente… Insomma, qualcosa che vi lascia un segno nel vostro cuore.

Molto probabilmente questa certificazione di qualità non avrà tanta influenza sul mio lavoro futuro, probabilmente verrà dimenticata e sostituita da altri obbiettivi e progetti, seguendo il normale flusso della vita. Ma tra un pò di anni, quando Facebook mi ricorderà cosa accadde oggi, rileggendo queste righe, ripenserò a come mi sono sentito orgoglioso e fiero del mio lavoro!